▷ I Migliori Whisky al mondo – Classifica e Recensioni

Non sono in molti a conoscere il whisky, al di là del fatto che si tratta di un superalcolico che può essere usato come ingrediente per cocktail o consumato da solo.

Ancor di più, la maggior parte di noi è ignara del fatto che esistano vari tipi di whisky al mondo: con il passare del tempo, si è assistito ad un sempre maggiore interesse da parte del mercato dei liquori a livello mondiale, e si è cominciato ad assistere allo spuntare di whisky dagli aromi tutti particolari e dai blend inaspettati.

Questo liquore, che nasce tra il dodicesimo e il quattordicesimo secolo, in seguito all’introduzione, in Irlanda e in Scozia, delle tecniche di distillazione dei monaci cristiani provenienti dal resto d’Europa, ne ha fatta, di strada: al giorno d’oggi, è un superalcolico tra i più amati non solo nei paesi anglosassoni, ma in tutto il mondo globalizzato. Continua a leggere se vuoi scoprire quali sono i migliori whisky disponibili sul mercato online!

▷ I Migliori Whisky al mondo – Classifica 2021

1. Lagavulin Scoth Single Malt 16 Anni

MarchioLagavulin
Gradazione alcolica43 % Vol
Tipo di bevanda alcolicaWhisky
IngredientiAlcool neutro
Volume liquido70

Caratteristiche prodotto:

  • Abbiamo parlato di Irlanda e di Scozia nell’introduzione, ed è proprio da quest’ultima che proviene il primo prodotto a comparire nella nostra lista. Più di preciso, questo whisky è originario di una piccola isola che porta il nome di Islay, famosa per la presenza di torbiere; è proprio da una di esse che viene estratta anche la torba che viene utilizzata nel processo di affumicamento di questo whisky tutto particolare.
  • L’acqua torbata, dalla cui viene in un secondo momento estratta la torba usata per bruciare e affumicare il liquore, proviene dalla bellissima baia di Lagavulin, che dà in questo modo anche il nome allo stabilimento nel quale viene prodotto questo Scotch Single Malt.
  • L’aroma e il sapore intensamente, appunto, torbato sono i punti di forza di questo prodotto di casa Lagavulin: ottenuti dall’affumicamento con fumo di torba, il risultato è un whisky corposo, molto forte e deciso. Affiancato dalle note di frutta secca, malto e sale marino, l’aroma torbato dà quel tocco in più ad un whisky che non ha bisogno di essere miscelato con niente per lasciare un ricordo indelebile in chi lo assaggia.
  • A contribuire al sapore molto deciso di questo whisky targato Lagavulin ci pensa anche il processo di invecchiamento di almeno sedici anni, intensificando gli aromi e il calore.
  • Questo whisky è stato premiato con ben due medaglie d’oro al World Spirits Competition del 2018, a San Francisco, e pare essere uno dei whisky più conosciuti ed apprezzati dagli intenditori.

Pro:

  • Fama mondiale, sapore intenso e dalle note inaspettate.

Contro:

  • Non esattamente a buon mercato, potrebbe risultare troppo da intenditori.

2. Talisker Single Malt Scotch Whisky 10 Anni

MarchioTalisker
GustoPepe
Gradazione alcolica45.8 % Vol
Tipo di bevanda alcolicaWhiskey
Volume liquido 700 ml

Caratteristiche prodotto:

  • Un altro prodotto della Scozia, questo whisky di marchio Talisker affonda le sue radici in una distilleria che opera sin dal lontano 1830. Ci troviamo sull’isola di Skye, famosa anche per le sue coste frastagliate colpite dalle onde del mare del Nord, e per altre bellezze naturali mozzafiato.
  • Il mare è proprio una delle fonti di ispirazione per la ricetta di questo whisky, ma non solo: ess costituisce anche una delle principali fonti di ingredienti necessari al processo di produzione dei whisky che provengono dalla distilleria Talisker.
  • Le note che caratterizzano gli aromi di questo whisky sono infatti squisitamente marittime: fumo, pepe, malto, frutta secca e sale marittimo. Ad assaggiarlo, sembra quasi di essere trasportati in un porto tradizionale situato in una qualche isola della Scozia.
  • L’effetto di questa combinazione di sapori ed ingredienti, insieme ad un processo di invecchiamento di ben dieci anni, dà vita ad un whisky dolce e caldo, morbido, e dai sentori piacevolmente speziati.
  • Ci troviamo di fronte ad un altro whisky premiato: il Single Malt di casa Talisker ha infatti ricevuto il primo posto ai Taste from the World Whiskies Awards nel 2018.
  • Si consiglia di consumarlo liscio, o al massimo accompagnato da un po’ d’acqua o da una confortante cioccolata calda, per gustare al meglio il suo sapore intenso e complesso.

Pro:

  • Prezzo molto buono considerata la reputazione, molto amato dai clienti, bella anche la confezione.

Contro:

  • Può risultare non gradito a tutti i palati visti i sentori particolari.

3. Aberfeldy Scotch Whisky Single Malt 12 Anni

MarchioAberfeldy
GustoMiele
Gradazione alcolica40 % Vol
Tipo di bevanda alcolicaWhiskey
Volume liquido700 ml

Caratteristicheprodotto:

  • Rimaniamo ancora una volta in territorio scozzese, dato che a quanto pare è davvero terra di whisky eccezionali sotto più di un punto di vista. Passiamo però dalle isole che punteggiano la costa della Scozia all’entroterra, dirigendoci nel cuore delle Highlands: è proprio nel cuore di una vallata ai piedi di esse che sorge, dal 1898, la distilleria Aberfeldy.
  • Segno particolare di questa distilleria è il fatto che sorga nei pressi di nientemeno che dei giacimenti d’oro: la zona del Pitilie Burn, infatti, era famosa per le estrazioni di questo metallo prezioso, e i sedimenti dai quali sgorga la dolce e pura acqua che viene usata per produrre il whisky Aberfeldy sono tuttora usati.
  • A livello di note aromatiche, questo whisky si distingue per la sua peculiare dolcezza, dovuta alle intense note di miele ottenute dal processo di invecchiamento in botti di rovere.
  • Se state cercando un whisky che possa piacere ad un pubblico più ampio, soprattutto se non abituato ai sapori intensi e particolari di certi whisky infusi con ingredienti molto ricercati, allora questo Scotch potrebbe fare al caso vostro: la dolcezza può essere un buon compromesso e un buon punto di partenza per mettere d’accordo anche i più scettici.
  • Questo particolare whisky viene venduto in edizioni differenti, compresa un’edizione limitata in una confezione dorata molto scenografica, il che lo rende anche adatto come regalo.

Pro:

  • Varietà di bottiglie, sapore potenzialmente accomodante, gradazione alcolica più bassa della norma.

Contro:

  • Alcuni clienti si dicono non troppo convinti del sapore.

4. Bulleit Bourbon Frontier Whiskey Americano

MarchioBulleit
GustoArancia
Gradazione alcolica45 % Vol
Tipo di bevanda alcolicaWhiskey
Volume liquido700 ml

Caratteristiche prodotto:

  • Passiamo dalla Scozia a nientemeno che gli Stati Uniti d’America. Più di preciso, questa volta ci troviamo nel Kentucky, una delle zone più fortemente associate, da sempre, con i miti della frontiera, la conquista del selvaggio West, i racconti epici della nascita dello stato americano.
  • La distilleria Bulleit viene ufficialmente (e con questo si intende commercialmente) fondata solo nel 1987, ma la storia di questa distilleria e di questo nome risalgono a quasi duecento anni prima. Fu infatti Augustus Bulleit, bisnonno del fondatore Thomas E. Bulleit Junior, a creare e a perfezionare la ricetta del whisky a base di segale che oggi viene utilizzata per questo prodotto.
  • Non si tratta di una semplice variazione sul tema del whisky, ma di una vera e propria firma, conosciuta in tutto il mondo, soprattutto alle orecchie degli intenditori. Il Buorbon Whiskey di casa Bulleit è uno dei capisaldi della tradizione del whisky bourbon.
  • Le note che caratterizzano il bourbon whisky, e che si riscontrano in questo prodotto, sono tipicamente di vaniglia, legno di rovere, pepe ed altre spezie: un mix dolce e caldo e avvolgente, reso ancora più distinguibile dai metodi di distillazione e invecchiamento tipici di Bulleit.
  • Anche questo bourbon whisky può vantare di aver vinto non una, ma bensì due medaglie d’oro alla San Francisco World Spirits Competition, che abbiamo già menzionato qualche prodotto fa. Un’altra onorificenza assegnata a questo whisky è quella di whisky americano più celebre e più venduto in occasione del premio The World’s 50 Best Bars.

Pro:

  • Famosissimo e altrettanto amato, prezzo ragionevole.

Contro:

  • Si tratta di una varietà particolare, forse non apprezzabile da tutti.

5. Oban Scotch Whisky Single Malt 14 Anni

MarchioOban
GustoMiele
Gradazione alcolica43 % Vol
Tipo di bevanda alcolicaWhisky
IngredientiAlcool neutro

Caratteristiche prodotto:

  • Torniamo in Scozia, questa volta alla scoperta di una distilleria degna di nota non solo per i suoi prodotti, ma anche per le sue caratteristiche di produzione. Si tratta infatti di una delle distillerie più piccole del paese, con appena sette dipendenti che vi lavorano: nonostante il team così ridotto (o forse proprio grazie ad esso) Oban produce uno dei whisky più apprezzati dai clienti della piattaforma a cui facciamo riferimento per stilare le nostre classifiche.
  • Situata in una città di porto agli estremi occidentali delle Highlands scozzesi, il Single Malt di casa Oban unisce il meglio delle tradizioni di mare e di terra, combinando i sentori fumosi e tipicamente marittimi a quelli terrosi e fruttati delle campagne scozzesi.
  • Alle note di malto e sale marino, simbolo della tradizione portuale del whisky, si aggiungono quelle di mandarino e rovere, a ricordare gli aromi e i sapori dell’entroterra. Un connubio particolarissimo e vincente, inaspettato ma assolutamente riuscito.
  • Il termine giusto per definire questo whisky è probabilmente complesso: si consiglia di gustarlo in purezza, accompagnandolo a qualsiasi tipo di pietanza.

Pro:

  • Connubio di sapori molto ricercato e particolare, filiera di produzione assolutamente artigianale e local.

Contro:

  • Fascia di prezzo medio-alta, prodotto forse indicato più agli intenditori che al grande pubblico.

6. Connemara Peated Original Single Malt

MarchioConnemara
Gradazione alcolica40 % Vol
Tipo di bevanda alcolicaSingle Malt Scotch
Volume liquido700 ml

Caratteristiche prodotto:

  • Arriviamo ora finalmente a parlare anche di un prodotto proveniente da uno dei due paesi che erano stati citati a inizio classifica, ovvero l’Irlanda. Connemara è infatti una distilleria irlandese, che produce questo Single Malt dal 1995.
  • Così come afferma il produttore stesso, il whisky Peated Original di Connemara è uno dei pochissimi scotch whisky prodotti in terra irlandese: il whisky cosiddetto torbato, infatti, è conosciuto come prodotto tipico soprattutto della Scozia, ed è raro trovarne di produzione proveniente da altri paesi, anche da quelli che hanno alle spalle una tradizione di whisky come quella dell’Irlanda.
  • Il Peated Original di Connemara è un whisky torbato, il cui sentore fumoso e avvolgente, tipico di questa tipologia di liquore affumicato, risulta molto riconoscibile e piacevole al palato.
  • Agli aromi di malto e liquirizia si aggiungono sentori di frutta e torba appunto: una miscela di sapori avvolgente ed equilibrato.
  • La gradazione alcolica del 40%, relativamente bassa se si considera che si tratta di un whisky, lo rende un liquore adatto a palati anche un po’ meno abituati a questo tipo di esperienze.
  • Il bel color miele di questo liquore originario dell’Irlanda è un piacere alla vista: farà un figurone in qualsiasi tipo di bicchiere si scelga di servirlo.
  • Da gustare in purezza oppure accompagnato da un po’ d’acqua naturale o frizzante.
  • Molto carina è anche la confezione in cui viene venduta la bottiglia, un cilindro di cartone verde bosco che ritrae un lago stilizzato contornato dalle dolci colline irlandesi. Il logo e l’etichetta sono sobri ma molto caratteristici, il che rende questo prodotto una buonissima idea regalo.

Pro:

  • Prezzo piuttosto contenuto rispetto alla media, confezione semplice ma caratteristica.

Contro:

  • Media di recensioni positive lievemente più bassa rispetto agli altri prodotti citati.

7. Caol Ila Moch Single Malt Scotch Whisky

MarchioCaol Ila Moch
Gradazione alcolica43 % Vol
Tipo di bevanda alcolicaWhiskey
Volume liquido0.7 litri

Caratteristiche prodotto:

  • Il nostro viaggio alla ricerca dei whisky più degni di nota disponibili sul mercato online ci riporta ancora una volta in Scozia. Anche questa volta ci troviamo sull’isola di Islay, più precisamente a Port Askaig, piccola località lacustre dove sorge la distilleria Caol Ila, fondata nel lontano 1846. La distilleria si trova nei pressi del lago Nam Ban, più precisamente sulle sponde dette del Sound, da cove viene attinta l’acqua pulita utilizzata per i processi di produzione dei whisky di casa Caol Ila.
  • Il whisky di cui ci troviamo a parlare oggi porta il nome di Moch, termine che in gaelico significa ‘alba’: un riferimento bellissimo, non solo a livello di poeticità, ma anche perché evoca, in fondo, lo spettacolo mozzafiato delle bellissime albe a cui si può assistere dall’isola di Islay. O almeno, questo è ciò che abbiamo immaginato.
  • Trattandosi di un single malt, o scotch whisky, la torba ritorna a fare capolino tra gli ingredienti principali che vengono impiegati per realizzare questo prodotto dagli aromi così particolari.
  • Le note gustative di questo whisky Caol Ila Moch sono dolci e salate al contempo, in un equilibrio sobrio e la cui acidità è perfezionata a regola d’arte, né troppa, né troppo poca.
  • Nonostante non abbia tantissime recensioni, sulla piattaforma alla quale facciamo riferimento per stilare le nostre classifiche, Caol Ila Moch vanta una media piuttosto alta di voti, segno che i clienti ne sono rimasti, spesso e volentieri, piacevolmente sorpresi, e che questo whisky si sia guadagnato una pletora di fan assolutamente meritata.
  • La gradazione alcolica media (tendente al basso per essere un whisky) lo rende gradevole anche ai palati meno, per così dire, allenati, un ottimo modo per avvicinarsi ai whisky torbati della Scozia.

Pro:

  • Ottimo compromesso tra gradazione alcolica e sapori tipicamente torbati, prezzo ragionevole.

Contro:

  • Confezione molto sobria, forse non molto adatta ad un regalo.

8. Hibiki Suntory Whisky Japanese Harmony

MarchioSuntory
Gradazione alcolica43 % Vol
Volume liquido700 ml

Caratteristiche prodotto:

  • Si tratta di una meta molto probabilmente inaspettata: il Giappone non è di certo un paese che si è soliti associare alla produzione di whisky. Nonostante ciò, lasciate che vi stupiamo con questo ultimo prodotto nella nostra classifica, un liquore giapponese tutto particolare, un prodotto unico nel suo genere.
  • Lanciata nel 1989 per celebrare il novantesimo anniversario della distilleria che lo produce, ovvero la Suntory, la linea Hibiki, di cui fa parte questo Japanese Harmony, è al giorno d’oggi riconosciuta come uno dei più alti picchi dell’artigianato del whisky proveniente dal Giappone.
  • Descritto dal produttore stesso come luminoso e delicato, questo whisky è il risultato di miscelazioni di vari tipi di distillati del malto e di altri cereali.
  • Alle note olfattive di rosa, frutta fresca e legno di sandalo, vanno ad aggiungersi i sapori gustativi di miele, cioccolato bianco e arancia caramellata. Un mix dolcissimo unico nella categoria dei whisky.
  • Questa armonia di sapori così delicati e dolci, che si trovano piuttosto raramente in un liquore come il whisky (è più facile associare la dolcezza al rum o ad altri), il che rende questo prodotto una chicca che ogni intenditore deve provare.
  • Bellissima anche la bottiglia, semplice nel design ma sobriamente elegante, senza fronzoli e che ricorda la complessa dolcezza del liquore stesso.

Pro:

  • Un prodotto particolarissimo e fuori dagli schemi, ottimo per provare qualcosa di nuovo.

Contro:

  • Da non acquistare se si cerca un whisky tradizionale, magari per un regalo.

Guida all’acquisto

Il whisky è spesso un liquore molto sottovalutato, così come accade per tanti altri superalcolici che si è soliti sentir nominare, ma che spesso e volentieri si conoscono, appunto, solo per sentito dire. Le nozioni molto superficiali che si tendono ad avere riguardo questi tipi di articoli non sono sufficienti, almeno a parer nostro, per permettere a chiunque di acquistare con adeguata sicurezza una bottiglia di whisky: se si vuole essere certi di trovare un prodotto che aggradi al destinatario (o per lo meno, se si vuole essere un po’ più sicuri della cosa), è necessario informarsi a dovere. Non importa se il destinatario siamo noi o se si tratta di un regalo per un amico, un familiare, un collega o altro, a nessuno piace rischiare di aver buttato via dei soldi per acquistare un prodotto che si è poi rivelato diverso dalle aspettative. Comprare alla cieca è troppo rischioso, sia per il morale che per il portafogli. Proprio per questo motivo riteniamo sia bene tenere in considerazione alcuni punti fondamentali a cui far riferimento quando si compra un whisky, che andremo ora a riferire in maniera molto succinta.

Non si tratta di conoscere il mondo dei whisky come dei veri intenditori, a volte basta davvero fare attenzione a piccole cose. Innanzitutto, vogliamo un whisky tradizionale, magari per avvicinare qualcuno a questo superalcolico per la prima volta, o preferiamo fare una scelta un po’ sopra le righe? Soprattutto se si tratta di un regalo, considerare le conoscenze in materia e i gusti del destinatario può rappresentare un ottimo punto di partenza.

A seconda dell’uso che si intende fare di questo liquore, la fascia di prezzo è un altro fattore da tenere bene in considerazione. Se siamo soliti servirci di whisky per preparare cocktails, cucinare, se lo beviamo spesso o se non ci importa più di tanto la complessità degli aromi, allora possiamo stare su un prezzo ridotto. Se invece vogliamo fare una scelta da intenditori, sia per altri che per noi stessi, allora dovremo considerare di spendere un po’ di più, per una qualità migliore.

Per concludere, si potrebbero dire tante altre cose su questo superalcolico tutto particolare che è il whisky. Nonostante sia possibile, come abbiamo in parte anche visto nella nostra classifica, trovarne varietà creative e fuori dagli schemi, il whisky rimane un prodotto molto radicato nella tradizione, il che non ha comunque impedito ai produttori di sperimentare entro i limiti di essa. Insomma, nonostante possano forse sembrarci un po’ tutti uguali (o per lo meno simili), quello dei whisky è un mondo tutto da scoprire. Voi che esperienze avete con questo tipo di superalcolico? Fatecelo sapere nei commenti, se vi va, e diteci cosa ne pensate dei prodotto proposti nella nostra classifica!

▷ Migliori Grappe Italiane – Classifica e Recensioni

La grappa è un liquore molto noto, non solo all’interno della Penisola italiana. Si tratta di un superalcolico dalla storia interessante e che è riuscito a superare la prova del tempo.

Distillata dalla pianta di acquavite di vinaccia, si tratta di un prodotto esclusivo del territorio italiano, dal quale ha origine e dove viene prodotto tutt’oggi, mantenendo vivi i sapori e i metodi artigianali della tradizione. Insomma, un prodotto tutto italiano, un ulteriore motivo di orgoglio verso le abilità artigianali storiche del Paese.

Ma quali sono le migliori grappe che si possono trovare in circolazione? In questa pagina, troverai una classifica delle migliori grappe disponibili su Internet, così da avere un ottimo punto di partenza per le tue ricerche del miglior prodotto disponibile.

▷ Migliori Grappe Italiane – Classifica 2021

1. Sibona – Grappa Riserva

MarchioSibona
Gradazione alcolica40 Percentuale in volume
Tipo di bevanda alcolicaWhiskey
Volume liquido500 Millilitri
Peso del pacco0.88 Chilogrammi

Caratteristiche prodotto:

  • La prima delle migliori grappe che vi presentiamo oggi è un prodotto del Piemonte, in Italia.
  • Si tratta di un prodotto vincitore del primo premio al concorso Spirituosen Wettbewerb del 2014, testimonianza della grande qualità di questo distillato, amato dal pubblico quanto dalla critica.
  • Liquore ottenuto dalla distillazione e invecchiamento, in botti da Madeira, di oltre due anni, questa grappa ha un sapore unico e intenso. La casa produttrice, che prepara diversi tipi di questo liquore, propone anche una bottiglia e una confezione molto belle ed eleganti, ottime per un regalo.

Pro:

Bella presentazione all’occhio, grappa premiata, certezza del prodotto rigorosamente Made in Italy.

Contro:

Prezzo lievemente alto rispetto alla media.

2. Grappa Poli Sassicaia 500 ml

MarchioJacopo Poli
Gradazione alcolica40 Percentuale in volume
Tipo di bevanda alcolicaBrandy
Volume liquido50 Millilitri
Peso del pacco1.63 Chilogrammi

Caratteristiche prodotto:

  • Passiamo in Veneto per un altro prodotto interamente e tipicamente italiano.
  • Questa grappa Poli, denominazione Sassicaia, viene distillata in piccole quantità secondo metodi tradizionali, per poi essere lasciata invecchiare in botti di legno di rovere, legno molto pregiato.
  • Al palato, questa grappa Sassicaia presenta un sapore molto profondo e complesso, caratterizzato da note forti ma non esageratamente alcoliche. Sentori di legno, caffè, liquirizia e cacao, arricchiti da una lieve nota di vaniglia, rapiscono l’olfatto di chi la prova, regalando sensazioni intense.

Pro:

Ottime recensioni da parte dei clienti, bell’aspetto, sapore intenso e gratificante.

Contro:

Fascia di prezzo alta.

3. Mazzetti d’Altavilla 7.0 Grappa di Ruche’ Invecchiata in Barriques 700 ml

MarchioMazzetti D’ Altavilla
GustoPrugna
Gradazione alcolica43 Percentuale in volume
Tipo di bevanda alcolicaBrandy
Descrizione contenuto liquidoLiquori e distillati

Caratteristiche prodotto:

  • Un’altra grappa che presenta valutazioni più che buone da parte dei clienti online e non.
  • Prodotto delle terre d’Asti, questa grappa Mazzetti d’Altavilla presenta una gradazione alcolica lievemente superiore alla media, che comporta un sapore più intenso e ottimo servito da solo.
  • Oltre ai forti sapori tipici della grappa come liquore, questo distillato in particolare presenta al naso note olfattive che ricordano le terre da cui proviene, ovvero gelsomino, viola mammola, e fiori bianchi selvatici e pungenti. Un connubio di sapori e aromi inebriante e intenso, da non perdere.

Pro:

Casa produttrice e prodotto entrambi molto apprezzati, ottime recensioni, buon prezzo.

Contro:

Sapore e gradazione alcolica molto intensi, potrebbero non essere graditi a tutti i palati.

4. Berta Piasì Grappa di Brachetto 700 ml

MarchioBERTA DISTILLERIE
GustoVaniglia
Gradazione alcolica40 Percentuale in volume
Tipo di bevanda alcolicaBrandy
Volume liquido70 Millilitri

Caratteristiche prodotto:

  • Buone le recensioni anche per questa grappa targata Berta Distillerie.
  • Si tratta di un prodotto tipico della zona di Asti, e questa grappa in particolare viene prodotta da un’azienda locale, segno, di solito, di attenzione ai valori e alla lavorazione della tradizione.
  • Essendo una grappa invecchiata, i sapori e gli aromi che arrivano al senso dell’olfatto tendono ad essere più intensi e profondi; nonostante ciò, molti clienti che hanno recensito questo prodotto ne lodano la delicatezza e la morbidezza. Un ottimo prodotto di qualità artigianale e autentica.

Pro:

Piccola casa di produzione artigianale, sapore autentico e passione dietro la lavorazione.

Contro:

Alcuni clienti lamentano la bottiglia leggermente rovinata o facilmente scheggiabile, confezione semplice.

5. Grappa OF Amarone Barrique – Bonollo

MarchioBonollo
GustoUva
Gradazione alcolica42 Percentuale in volume
Tipo di bevanda alcolicaAcquavite
Volume liquido700 Millilitri

Caratteristiche prodotto:

  • Questa grappa si classifica fra le migliori presentate qui, a livello di soddisfazione di clienti.
  • Prodotta da un vino originario di Amarone della Valpolicella, si tratta ancora una volta di un prodotto tutto italiano, squisitamente tanto curato nella distillazione quanto nella presentazione.
  • Tra i vari aspetti positivi che i clienti hanno lodato di questa grappa, spicca il sapore e l’aroma, mix di spezie, note fruttate e aromi di intensità piacevole. Non si tratta di sentori troppo ottenebranti, anzi viene spesso menzionata la morbidezza e gradevolezza di questo ottimo prodotto veneto.

Pro:

Ottime recensioni cliente, casa di produzione conosciuta, sapore apprezzato e autentico, ottima da regalo.

Contro:

Fascia di prezzo abbastanza alta rispetto alla media, potrebbe non essere apprezzata dai non intenditori.

Conclusioni

Quando si tratta di acquistare alcolici, ci troviamo sempre a ribadire che il gusto personale del destinatario, che si tratti di noi o di una persona a noi cara, ha un ruolo molto importante nella scelta del prodotto. In questo caso, poiché si parla di grappa in particolare, la scelta tende a essere leggermente più limitata, poiché si tratta di un prodotto, per così dire, di nicchia, seppur sia un superalcolico alquanto apprezzato dagli italiani e non solo.

Il nostro consiglio, soprattutto se state scegliendo quale grappa acquistare per fare un regalo, è quello di informarvi su quanto il destinatario sia informato e / o appassionato in materia di grappe. A seconda di quanto esperto possa essere il suo giudizio a proposito, vi sarà possibile orientarvi verso una certa fascia di prezzo, una certa tipologia di prodotto regionale eccetera.

Quali sono le vostre grappe preferite? Avete un marchio su cui fate spesso affidamento? Fateci sapere la vostra esperienza lasciando un commento qui sotto, se volete!

▷ I Migliori Rum al mondo – Classifica e Recensioni

Molti di noi hanno probabilmente un’idea del rum piuttosto vaga, o lo considerano un superalcolico come un altro, ignorando le peculiarità di questo distillato così particolare.

Ebbene, anche se non rientra nelle conoscenze specialistiche di ciascuno di noi, bevitori o meno, il rum è un liquore con alle spalle una storia ricca di tradizioni, culture, prima locali e poi intersecate con quelle di popoli colonizzatori, il cui inizio risale a parecchi secoli fa.

Questo liquore distillato nasce infatti nei paesi del Sud America, ben prima che il continente venisse scoperto e poi colonizzato dagli spagnoli: le prime menzioni del rum nei testi degli storici appaiono infatti poco dopo l’arrivo di questi ultimi nei paesi conquistati.

Distillato a partire dalla melassa, prodotto di scarto nella lavorazione della canna da zucchero, il rum e la sua produzione sono stati, nel corso dei secoli, esportati in tutto il mondo. Dal sapore tipicamente dolce, denso e molto intenso, al giorno d’oggi se ne trovano sul mercato parecchie varietà: questa guida include alcuni dei migliori rum disponibili online.

▷ I Migliori Rum al mondo – Classifica 2021

1. Zacapa Rum Centenario XO Solera

MarchioZacapa O Ast
GustoMiele
Gradazione alcolica40 Percentuale in volume
Tipo di bevanda alcolicaRum
Volume liquido70 Millilitri

Caratteristiche prodotto:

  • Il primo rum che vi presentiamo oggi viene prodotto in Guatemala, per la precisione negli altopiani del Quetzaltenango, a poco più di tremila metri sopra il livello del mare. Una cornice unica e che è uno dei vanti di questo rum, che della sua terra d’origine porta con sé tradizioni e sapori.
  • Ottenuto grazie alla combinazione, secondo quantità e princìpi studiati ad hoc, di alcuni dei migliori rum di produzione propria, questi rum possono avere alle spalle un processo di invecchiamento fino a venticinque anni. Tale invecchiamento dà vita ad un sapore intenso ed unico.
  • Proprio a causa del sapore molto intenso che caratterizza il rum Zacapa, si consiglia di servirlo da solo, o accompagnato, al massimo, da cioccolato fondente al settantacinque per cento.

Pro:

  • Vincitore della medaglia d’oro categoria Super Premium al Festival Internazionale del Rum, sapore deciso e che richiama il rum della tradizione.

Contro:

  • Fascia di prezzo alta.

2. Don Papa Rum Versione senza Astuccio

MarchioDon Papa
Gradazione alcolica40 Percentuale in volume
Tipo di bevanda alcolicaRum
Volume liquido700 Millilitri

Caratteristiche prodotto:

  • Il rum Don Papa si classifica al primo posto tra i più venduti della categoria, sulla piattaforma di e-commerce alla quale facciamo riferimento per questa guida: un indicatore che parla da solo!
  • Il nome dalla connotazione spagnola / latinoamericana potrebbe trarre in inganno: questo rum viene in realtà distillato nelle Filippine (anch’esse ex colonia dell’Impero Spagnolo), per essere precisi alle pendici del vulcano (tutt’oggi attivo) Monte Kanlaon. Qui infatti è dove ha luogo la coltivazione, raccolta e lavorazione della canna da zucchero utilizzata per produrre il rum Don Papa.
  • Dalla melassa viene poi distillato il liquore, miscelato secondo ricetta della casa a creare un rum molto apprezzato, dall’aroma dolce di vaniglia.

Pro:

  • Ottima reputazione, pare essere piuttosto versatile.

Contro:

  • Confezione non particolarmente curata, la forte dolcezza potrebbe non essere gradita a tutti i palati.

3. The Kraken

MarchioThe Kraken
GustoSpezie
Gradazione alcolica40 Percentuale in volume
Tipo di bevanda alcolicaRum
Descrizione contenuto liquidoLiquori e distillati

Caratteristiche prodotto:

  • No, non è un riferimento a Pirati dei Caraibi, bensì un rum il cui nome porta con sé una storia particolare: si dice che una volta, nei Caraibi, una nave che trasportava questo tipo di rum, sia stata attaccata dal Kraken, bestia mitologica, e che il suo carico sia andato così perduto.
  • The Kraken è un rum speziato: alla base distillata dalla melassa viene aggiunta una miscela speciale di tredici spezie, tra cui lo zenzero, la cannella e i chiodi di garofano.
  • Tale mix di sapori conferisce al liquore un aroma diverso dal solito dolce del rum puro, con sentori di spezie che si evolvono dopo il primo assaggio verso un sapore simile alla liquirizia.
  • Nonostante il sapore deciso e particolare, The Kraken si adatta molto bene alla miscelazione con altri liquori ed ingredienti, e alla preparazione di cocktail.
  • Questo rum è realizzato con ingredienti totalmente naturali, ed è adatto anche ai celiaci per la totale assenza di glutine.

Pro:

  • Rum versatile, confezione particolare, disponibile in due varianti di volume.

Contro:

  • Il prezzo relativamente basso indica una qualità in purezza leggermente inferiore, il sapore non è da tutti.

4. Zacapa Centenario 23 Rum Solera

MarchioZacapa
GustoSpezie, Ciliegia, Cioccolato
Gradazione alcolica40 Percentuale in volume
Tipo di bevanda alcolicaRum
IngredientiAlcool neutro

Caratteristiche prodotto:

  • Un altro rum di casa Zacapa fa capolino nella nostra classifica, il che la dice lunga sulla reputazione di questo produttore di rum originario del Guatemala.
  • Considerato uno dei marchi di rum di riferimento da molti dei clienti che hanno lasciato una recensione, sulla pagina di e-commerce alla quale facciamo riferimento per le nostre classifiche, Zacapa presenta una serie di distillati molto diversi tra loro, seppur di base siano tutti rum. Quello che andiamo a presentarvi oggi presenta una combinazione di aromi molto particolare.
  • Il rum Centenario 23 di Zacapa si contraddistingue innanzitutto per il suo sapore unico e inaspettato: una miscela di cenni di butterscotch, cioccolato, una combinazione di frutta secca e fresca, e note di legno di quercia. Tale miscela di aromi conferisce a questo rum un sapore corposo ma non insistente, morbido e con note delicate che vanno a smorzare il sapore a volte troppo intenso, per i palati di alcuni, di questo liquore.
  • L’ambiente dove viene fatto maturare il rum, l’altopiano guatemalteco del Quetzaltenango, fa sì che il clima montano influisca sul processo di maturazione stesso, infondendo il prodotto finale di aromi tutti particolari, da provare per credere.
  • Vista la combinazione particolare di sapori di questo rum, si consiglia di consumarlo da solo, non miscelato in altri cocktails, e di abbinarvi un pezzetto di cioccolato fondente.

Pro:

  • Marchio affermato, edizione dagli aromi particolari, non troppo forte.

Contro:

  • Un po’ da collezione per alcuni, gusto molto particolare che potrebbe non appagare chiunque.

5. Diplomàtico Rum Reserva Exclusiva

MarchioDiplomático
GustoCiliegia, Cioccolato, Caffè
Gradazione alcolica40 Percentuale in volume
Tipo di bevanda alcolicaRum
Volume liquido700 Millilitri

Caratteristiche prodotto:

  • Torniamo verso sapori un po’ più tradizionali con questo rum originario del Venezuela, la cui confezione presenta un’etichetta che ricorda le vecchie pubblicità degli alcolici nelle Americhe dell’Ottocento, con stampato un ritratto del creatore della ricetta o del produttore.
  • La storia di questo rum è legata a quella di un uomo che, alla ricerca delle migliori combinazioni e dei migliori ingredienti, girò il mondo e diede vita al rum che meglio soddisfacesse i suoi gusti.
  • Le reminiscenze dei viaggi del creatore del rum Diplomàtico si riscontrano nelle note fruttate, dal tocco esotico, che emergono quando si assaggia questo prodotto: insieme a note di cioccolato fondente, il risultato è un rum che si manda giù facilmente, speziato al naso e fruttato al palato.
  • Alla vista, la confezione si presenta quasi sobria rispetto ad altre di prodotti simili, ma non fatevi ingannare: molti clienti si ritengono sorprendentemente soddisfatti di questo acquisto.

Pro:

  • A detta di molti clienti la qualità è inaspettatamente buona, si combina bene con altri liquidi e sapori.

Contro:

  • La bottiglia appareforse un po’ anonima a vedersi.

6. Pampero Rum Aniversario

MarchioPampero
GustoUva, Vaniglia
Gradazione alcolica40 Percentuale in volume
Tipo di bevanda alcolicaRum
IngredientiAlcool neutro

Caratteristiche prodotto:

  • Altro prodotto tra i più venduti della sua categoria di appartenenza, questo rum di marca Pampero è infatti tra i primi cinque rum per numero di vendite e recensioni positive sulla piattaforma di e-commerce alla quale facciamo riferimento per stilare le nostre classifiche di migliori prodotti.
  • Come avranno molto probabilmente già notato i più attenti fra i lettori, il nome di questo particolare rum, ovvero Aniversario, suggerisce una celebrazione particolare. La miscela unica che caratterizza questi prodotto è infatti stata creata nel 1963, in occasione dei primi venticinque anni della casa di produzione Pampero. Il fatto che il rum Aniversario sia ancora in commercio ai giorni nostri la dice lunga sulla qualità e su quanto continui ad essere apprezzato a livello di pubblico.
  • La produzione di questo rum è artigianale, dalla tripla distillazione, alla miscela fino alla confezione della bottiglia e del pacchetto dentro il quale essa viene venduta, in pelle.
  • Il sapore di questo rum è particolarmente intenso e corposo, così come il suo colore e il suo odore. Le note che lo caratterizzano sono dolci, di vaniglia, cannella e frutta secca, insieme ad un tocco di cioccolato, e con sentori che ricordano il tabacco e il cuoio.

Pro:

  • Prodotto molto amato dal pubblico, casa produttrice conosciuta, blend particolare.

Contro:

  • Alcuni clienti l’hanno definito un po’ banale.

7. Santa Teresa 1796 di Solera Rum

MarchioSanta Teresa
GustoCioccolato, Miele
Gradazione alcolica40 Percentuale in volume
Tipo di bevanda alcolicaRum
Descrizione contenuto liquidoLiquor and Spirits

Caratteristiche prodotto:

  • Prima che il nome di questo rum rischi di trarre in inganno il lettore, non si tratta di una bottiglia che viene prodotta dal 1796. Essendo stata messa in commercio a partire dal 1996, duecento anni dopo, il nome di questo rum prodotto dalla distilleria venezuelana Solera si riferisce a qualcosa di diverso.
  • Si tratta infatti di un altro rum prodotto per celebrare un anniversario, anche questa volta quello della fondazione della casa di produzione. Sebbene nel 1796 non si sarebbero potuti immaginare gli affari che il rum avrebbe portato, è proprio in quell’anno che venne fondata la Hacienda Santa Teresa, in Venezuela.
  • Invecchiato tramite metodo Solera, questo rum ha un invecchiamento compreso tra i quattro e i venticinque anni.
  • Gli aromi di questo rum sono caratterizzati da note dolci e fruttate, con un forte sentore di piacevole cioccolato, caramello e miele.

Pro:

  • Bellissima confezione, ottimo come regalo.

Contro:

  • Alcuni clienti lo reputano non all’altezza del prezzo.

8. Zacapa Ediciòn Negra

MarchioZacapa
GustoUva
Gradazione alcolica43 Percentuale in volume
Tipo di bevanda alcolicaRum
Volume liquido0.7 Litri

Caratteristiche prodotto:

  • Ebbene sì, un altro rum di casa Zacapa fa capolino in questa classifica. Un nome che sembra essere sinonimo di qualità quando si tratta di rum, e che noi vi riproponiamo anche stavolta, sebbene con una miscela diversa.
  • Le note distintive di questo rum Ediciòn Negra, anch’esso distillato e invecchiato in Guatemala, si ispirano al suo territorio di provenienza. Uva passa, frutta secca e cioccolato sono i sentori dominanti di questo rum scuro.
  • Il colore molto intenso, che ricorda il legno di mogano con riflessi ramati, è un’ulteriore conferma del nome così azzeccato di questo rum.
  • Miscela di diversi rum invecchiati tra i sei e i ventiquattro anni, ogni bottiglia è un’esperienza sensoriale a parte, anche grazie al metodo di distillazione Solera.

Pro:

  • Note molto forti ed avvolgenti, prodotto meno conosciuto di questa marca ma da molti fedeli clienti preferito.

Contro:

  • Prezzo abbastanza alto.

Informazioni utili sul miglior rum

Navigare il mercato degli alcolici è già di per sé una sfida che non tutti potrebbero trovare semplice; se poi ci si aggiunge il fatto di doverli spesso cercare e scegliere solo ed esclusivamente online (per motivi quali la mancanza di negozi specializzati nella propria zona, scelta ridotta presso i rivenditori a noi più vicini, e molti altri), la ricerca si fa spesso e volentieri ancora più ostica del previsto. Soprattutto se si considera che si sta scegliendo un prodotto creato al fine di appagare i sensi dell’essere umano che non hanno alcuna possibilità di trovare indizi o provare sensazioni tramite lo schermo di un computer, ovvero l’olfatto e il gusto.

Come ci capita di ricordare spesso al lettore, soprattutto quando ci troviamo a stilare classifiche di prodotto più venduti e amati nel contesto degli alimentari e delle bevande, il punto di vista soggettivo di ciascun compratore, i suoi gusti personali, le sue esperienze con quello specifico tipo di prodotto, e molto altro, sono tutti fattori da tenere in considerazione al momento della scelta del prodotto da acquistare. Qui di seguito ci limiteremo prima a descrivere quali sono le cinque macro categorie in cui vengono spesso divisi i rum in commercio, per poi dare qualche consiglio molto generico riguardo quali componenti tenere in considerazione al momento della scelta, a seconda dei propri obbiettivi d’acquisto e dei propri gusti personali.

Come abbiamo appena anticipato, i rum, indipendentemente da dove vengano prodotto e con quali ingredienti (che sono due tipi di informazione da tener in conto e approfondire, a detta nostra, anche solo se siete semplicemente curiosi di saperne di più su questo distillato così particolare), si possono dividere in macro categorie.

La prima, ovvero quella che si riferisce, per così dire, all’età del rum in questione, tiene in conto per quanto tempo tale distillato è stato fatto invecchiare. La linea temporale che delimita il confine tra rum nuovo e rum vieux, ovvero rum antico, è di tre anni di invecchiamento. Come è facile intuire, anche solo avendo dato un’occhiata alla nostra classifica, i rum antichi tendono ad essere considerati più pregiati, oltre ad avere un gusto più intenso ed avvolgente. Bisogna aspettarsi quindi di spendere un po’ di più, a seconda di quanto tale rum è invecchiato.

Le prossime tre categorie si riferiscono invece al colore del rum: si tratta della suddivisione in rum bianchi, rum ambrati e rum scuri. La prima categoria, quella dei rum chiari o bianchi, si prestano bene alla preparazione di cocktail e miscele con altri liquori e / o succhi e addizioni varie, poiché tendono ad avere sapori ed intensità leggermente più neutri rispetto agli altri. Quei rum che appartengono alla categoria degli ambrati, che si posiziona in un certo senso a metà fra le altre due, devono la loro denominazione al colore che ricorda l’ambra: generalmente, questa particolare colorazione viene ottenuta tramite invecchiamento, per una durata di almeno diciotto mesi, all’interno di fusti di rovere, ma la gradazione ambrata può anche essere dovuta, in certi casi, alla presenza in miscela di caramello o di sciroppi che conferiscono al rum questo particolare colore. Ultima, ma non meno importante, categoria, è quella dei cosiddetti rum scuri: si tratta di rum che sono stati sottoposti ad un processo di invecchiamento, in botti di rovere o altro, uguale o superiore ai due anni. Per certi tipi di rum, invecchiati in stabilimenti che si trovano in zone dalle condizioni metereologiche e climatiche particolari (soprattutto in alcune zone del Sud America, come abbiamo visto in classifica), questo colore è ottenuto anche nel giro di quattro anni. Un più esteso processo di invecchiamento non conferisce al rum solo un colore scuro più intenso, ma anche un’intensità di sapore molto più forte. Proprio per questo motivo, i rum che rientrano nella categoria dei dark rum (rum scuri) sono spesso indicati per una degustazione singola, limitando il più possibile la miscela con altri liquidi, o accompagnati al massimo da cioccolato fondente o altri sapori alimentari anziché alcolici o in generale di bevande. Questi ultimi tendono anche a essere tra i più costosi e pregiati, come abbiamo visto prima in relazione al rapporto tra lunghezza dell’invecchiamento e fascia di prezzo.

Al di là delle caratteristiche specifiche dei singoli tipi di rum, cosa è bene tenere in considerazione quando se ne acquista uno online? Le risposte a questa domanda potrebbero essere molteplici; ci limiteremo a dare qualche spunto da cui partire per la propria personale ricerca del rum perfetto per ciascuno.

La prima domanda è abbastanza ovvia, ma non sempre tenuta a mente: sto acquistando un rum per me stesso/a o da regalare a qualcun altro? Nel primo caso, sarà più semplice confrontare le informazioni sul prodotto relativamente ai propri gusti personali; nel secondo caso, è bene informarsi, anche in maniera non rivelatoria, riguardo i gusti del destinatario del nostro regalo. Si tratta di un appassionato o espert0 di rum, il che ci direziona verso scelte da intenditori? Oppure, è una persona che ama dilettarsi nella preparazione di cocktails creativi, o preferisce gustare liquori in purezza? Queste, ed altre domande, sono da tenere a mente in caso di regalo, ma anche per noi stessi.

Un ulteriore punto da tenere in considerazione, in generale, è il rapporto fra prezzo e consumo. Se siamo soliti bere rum a fine pasto, se lo condividiamo spesso con amici, o se lo usiamo per preparare pietanze, allora forse tenderemo a comprare rum non troppo costosi o raffinati. A seconda dell’uso e del contesto, è bene tenerlo a mente, per non sprecare denaro per un rum al quale presteremmo meno attenzione di quanto meriti.

Per concludere, vi invitiamo a farci sapere, se ne avete voglia, quali sono le vostre esperienze con il rum in generale, e in particolare con l’acquisto online di questo particolare tipo di prodotto: avete marchi o blend a cui fate riferimento? Preferite magari sperimentare? Vi siete ritrovati ad appassionarvi a questo mondo anche grazie alle informazioni e curiosità che avete trovato online? Fatecelo sapere nei commenti, aspettiamo le vostre storie!

▷ I Migliori Gin al mondo – Classifica e Recensioni

Il gin è un distillato alcolico ricavato normalmente da frumento, segale o patate in cui vengono fatte macerare un insieme di spezie ed erbe chiamate anche botanicals. Le più utilizzate sono le bacche di ginepro, dal quale prende anche il nome, le quali conferiscono un sapore e profumo tipiche. Per legge è obbligatorio che siano presenti. Possono anche essere presenti semi di coriandolo, radici di angelica, iris germanica e in alcuni prodotti di alta qualità anche scorze di agrumi come arancia e limone.

I primi esperimenti di produzione del gin sono stati effettuati a Salerno, dove alcuni monaci avevano come scopo la produzione di una medicina che utilizzasse le proprietà benefiche del ginepro; la ricetta che aveva come scopo la creazione della bevanda alcolica è stata rivisitata nei Paesi Bassi verso la metà del diciassettesimo secolo ma è in Inghilterra che il gin divenne molto popolare, anche per far concorrenza al Cognac degli acerrimi nemici francesi.

I Migliori Gin al mondo. Classifica 2021

I cocktail principali a base di questo alcolico sono il Negroni, Gin Tonic e Gin lemon. Ecco un elenco dei 7 migliori gin sul mercato.

Hendrick’s Gin 44% Vol. 0,7l

Si tratta di un gin distillato in Scozia con un colorito trasparente ed un sapore speziato e pepato con retrogusto di rose e cetriolo. Il colore è molto chiaro, quasi trasparente e la percentuale alcolica è del 44%. Il sapore è molto equilibrato ed il retrogusto di cetriolo e rosa rendono il tutto più delicato e piacevole.

La peculiarità di questo gin è che viene prodotto in piccoli lotti da 450 litri ciascuno, in modo tale da avere un sapore unico ottenendo la qualità più alta possibile; un’altra chicca è il tappo di sughero il quale lascia imprigionati tutti li odori e sentori nella bottiglia che una volta aperta vi inebrierà con il profumo del distillato.
Viene normalmente servito ad una temperatura compresa tra i 6 e gli 8 gradi e si beve secco o leggermente allungato con dell’acqua.

Pro

  • presenza di rosa e cetriolo che donano un sapore unico
  • ottima base per gin tonic e gin lemon

Contro

  • Non il gin ideale per eseguire drink come il Negroni o con il vermut

Bombay SapphireLondon Dry Gin, Infuso con 10 Erbe Aromatiche Raccolte a Mano, Ottimo per il Cocktail Gin Tonic, 100 cl

La marca bombay è tra le più note tra i consumatori di gin, poiché offre un ottimo sapore ad un prezzo molto competitivo. Il punto di forza è sicuramente la miscela di botanicals raccolti a mano che insieme alla distillazione a vapore conferiscono un sapore di ginepro con un retrogusto finale forte e secco.

Il colore è trasparente anche se la bottiglia risulta color azzurro mare in onore alla stella di Bombay, uno zaffiro ritrovato nello Sri Lanka, dal quale prende anche il nome.

La gradazione alcolica è del 37,5% e si serve ad una temperatura compresa tra i 4 ed i 6 gradi. Ottima base per la realizzazione di molti cocktail come Negroni e gin Tonic, ottimo anche in purezza.

Pro

  • Ideale per drink anche forti come il Negroni
  • Sapore inconfondibile dovuto all’ampia gamma di botanicals utilizzati

Contro

  • Sapore di ginepro poco marcato

The BotanistIslay Dry Gin – 700 ml

Si tratta di un gin scozzese dell’isola di islay, che contiene al suo interno tutti gli odori delle erbe autoctone come cardamomo, ginestra, erica e anche l’odore del mare scozzese.

E’ un gin adatto ai palati più esperti, infatti a primo impatto potrebbe spiazzare ma se vi abituerete al sapore sareste in grado di cogliere le molte sfumature che questo prodotto ha da offrire. Nonostante i molti gusti che avrete in bocca, si tratta di un gin fresco che renderà ogni sorso piacevole e differente da quelli precedenti.

Il prezzo potrebbe sembrare alto, ma considerando tutto il lavoro che c’è dietro, l’esperienza dei distillatori scozzesi e tutte le erbe raccolte a mano sono sicuro che sarà uno sfizio molto piacevole.
La percentuale alcolica è del 46% in volume e viene servito a temperatura ambiente. Perfetto sia liscio che come base per cocktail.

Pro

  • I botanicals dell’isola di Islay conferiscono un sapore unico

Contro

  • Prezzo che per alcuni può risultare troppo elevato

Gin Mare Mediterranean Gin, 700ml

Questo gin contiene al suo interno tutti gli odori del mar Mediterraneo in un solo sordo; infatti al suo interno sono presenti basilico italiano, timo turco, rosmarino greco, olive e agrumi spagnoli. Insieme a questi sapori meridionali vengono sapientemente miscelati il ginepro ed il cardamomo unendo nord e sud in un solo distillato.

Ha un colore cristallino e trasparente, senza impurità. Il retrogusto richiama tutti i sapori della costa come foglie di pomodoro, pino marittimo ed erbe speziate. Si presenta come alternativa ai più classici gin londinesi o del nord Europa.

La percentuale alcolica è del 42,7% in volume e viene servito ad una temperatura compresa tra i 6 e gli 8 gradi; perfetto a secco o come base per drink sia alle feste che come fine pasto.

Pro

  • Sapore mediterraneo, con infusi di erbe costiere

Contro

  • La presenza di sapori mediterranei potrà farvi amare questo prodotto ma anche odiare, infatti il sapore è molto intenso e può disturbare chi gradisce sapori più delicati.

Monkey 47 Schwarzwald Dry Gin, 500ml

Gin che racchiude le tradizioni inglesi, i profumi dell’India e il fascino e gli odori della foresta nera tedesca.

La ricetta di questo gin risale al comandante inglese Montgomery Collins, il quale si ritirò in Germania e fece amicizia con una scimmietta. Molti anni dopo questa ricetta, trovata in modo fortuito in un hotel, fu ritrovata da un ex manager Nokia il quale diede il nome in onore al suo predecessore ed aggiunse il numero 47 come il numero delle spezie utilizzate e la gradazione alcolica del distillato.

Si tratta di un gin dal sapore molto complesso ma bilanciato, si possono percepire note di menta piperita, lavanda, eucalipto, semi di finocchio agrumi e mirtilli rossi. L’acqua utilizzata è quella della foresta nera e l’invecchiamento del prodotto avviene in contenitori di terra cotta senza filtraggio finale. L’insieme di tutti queste erbe e spezie danno vita ad uno dei gin più apprezzati in commercio. Si serve ad una temperatura compresa tra i 10 ed i 12 gradi centigradi.

Pro

  • Odore molto particolare che vi riporterà in un bosco
  • Molti aromi

Contro

  • Sapore aromatico che non a tutti può piacere

Z44 Gin Roner, 700 ml

Si tratta di un gin che combina perfettamente note mediterranee di limone e arancia con odori alpini. La peculiarità è la presenza di pigne fresche le cui linfe in infusione donano un sapore inconfondibile rendendo il prodotto unico, facendovi sentire in un sentiero di montagna con un retrogusto mediterraneo.

I botanicals sono bacche di ginepro, radice di violetta, radice di coriandolo, genziana, cardamomo e altre erbe e spezie alpine. Tutti questi odori vengono macerati a freddo per 12 ore per far sprigionare tutto il loro sapore.

Si tratta di un gin del trentino alto adige perfetto sia secco che come base per cocktail.

Pro

  • Gusto balsamico
  • Bottiglia molto elegante

Contro

  • Prezzo leggermente più alto rispetto alla concorrenza

Chase Distillery Williams Elegant 48 Gin – 700 ml

Si tratta di un gin inglese prodotto nella campagna Herefordshire, da un’azienda a conduzione familiare che rispetta le tradizioni e la produzione artigiana. E’ un prodotto ottenuto da 48 varietà di mele coltivate nella proprietà della distilleria produttrice, in modo tale da avere tutta la produzione a kilometro zero.

I botanicals principali sono mele, pere, cannella, chiodi di garofano, eucalipto alloro e ginepro. Il sapore è intenso ma fresco, un ottimo connubio tra le note fruttate e quelle più toste dovute alle erbe; il retrogusto è vegetale e lascia la bocca pulita.

La percentuale alcolica in volume è del 48% e viene servito ad una temperatura compresa tra i 16 ed i 18 gradi centigradi.

Pro

  • Sapore di mela che rende questo gin unico
  • Si accosta perfettamente al salmone e alla selvaggina

Contro

  • Nessun difetto particolare

Nelle righe precedenti sono stati analizzati alcuni distillati più noti, dei quali sono stati osservati la fattura, il mix di erbe utilizzate ed i sapori che esse conferiscono al gin.

Questo alcolico può essere fatto con molte combinazioni di erbe differenti, da quelle alpine e montane fino a spezie costiere e mediterranee. Per questo motivo ogni gin risulterà differente dal precedente e raramente troverete sapori simili in due prodotti differenti; sta solo a voi scegliere quello che preferite e gustarvelo con molto piacere.